Project Description

Merci, Temple de Chartons – 2019 Bordeax per Gonzalo Borondo

UN PERCORSO SENSORIALE E METAFISICO CREATO DAL GRANDE ARTISTA SPAGNOLO ALL’INTERNO DI UNA CATTEDRALE SCONSACRATA

Sintesi del Progetto

La città di Bordeaux, nell’ambito dell’iniziativa “Libertè! 2019”, ha affidato al genio del giovane artista spagnolo Gonzalo Borondo l’intera trasformazione del tempio protestante di Chartrons costruito nel 1832 e abbandonato per oltre 30 anni, considerato da molti urbanisti uno dei simboli della resistenza architettonica della città francese.

L’opera imponente ha richiesto un grande sforzo organizzativo e tecnico per la realizzazione di un progetto che all’inizio appariva impossibile.

Chirale è intervenuta come main partner per la produzione di tutte le parti tecnologiche delle installazioni interattive e luminose e ha cofinanziato il progetto per consentire all’artista di esprimere tutto il suo potenziale creativo.

Un reportage sull’evento inaugurale è stato pubblicato sul nostro blog a luglio 2019 e può essere letto a questo link.

Risultati

L’opera di Borondo ha riscosso un grande successo di critica e di pubblico.

Le nostre realizzazioni tecnologiche sono state sapientemente integrate nell’ambito della complessa e ambiziosa installazione. L’elettronica è risultata perfettamente invisibile e i giochi di luci e trasparenze sono riuscite a rendere vive le componenti architettoniche del Tempio di Chartrons creando suggestioni e immagini dal forte impatto emotivo.

I sistemi realizzati, pur pilotando potenze elettriche significative, hanno superato le stringenti norme di sicurezza imposte dalla municipalità francese, in un particolare momento storico in cui, dopo l’incendio della Cattedrale di Notre Dame a Parigi l’attenzione per questi temi era altissima.

Le infrastrutture luminose sono state realizzate presso lo Spazio Chirale di Garbatella sulle specifiche autografe dell’Artista e sono state spedite in componenti da assemblare presso il cantiere a Bordeaux.

Possiamo aiutarti?

HAI GRANDI IDEE O PROGETTI DA SVILUPPARE ASSIEME?