Come accedere ai nostri servizi per la Transizione 4.0

Spazio Chirale News   •   20 Settembre 2020

Dopo la breve pausa estiva i nostri spazi hanno riaperto le porte al pubblico e la nuova stagione è iniziata in modo veramente dirompente.

Dopo il blocco forzato della maggior parte delle attività produttive, soprattutto nel settore industriale, si percepisce chiaramente la voglia di ripartire e l’intenzione di recuperare il tempo perduto, ma con la consapevolezza che il mercato è profondamente cambiato e che, al di là di alcune incognite, il futuro riserverà  soprattutto grandi opportunità.

L’imminente arrivo della liquidità prevista dai piani di intervento europei e nazionali rappresenta per ogni azienda, a prescindere dalla sua dimensione e focalizzazione, l’occasione per avviare programmi di rinnovamento e innovazione di processi e prodotti.

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha già battezzato questo programma Transizione 4.0 per sottolineare l’impegno verso la trasformazione del sistema economico e produttivo seguendo le linee guida del modello Industry 4.0, accelerando i processi di riposizionamento competitivo  che erano stati faticosamente avviati  nel periodo pre-COVID.

Il nostro hub costituisce un punto di osservazione privilegiato e l’impressione che abbiamo avuto, già a fine agosto, è che il movimento del mercato è ben più dinamico e molto diverso dall’andamento pigro e cauto che aveva caratterizzato il 2019.

L’attenzione e l’interesse verso temi quali la digitalizzazione, la fabbricazione additiva, la trasformazione delle supply chain e l’eco-sostenibilità dei processi produttivi, tanto per fare alcuni esempi, sono improvvisamente aumentati e soprattutto riguardano esigenze specifiche e progetti a breve termine, da parte delle aziende che ci contattano.

Si tratta di un fenomeno che avevamo previsto e durante i mesi più duri del lock down avevamo approfittato dello stop delle attività verso il pubblico per accelerare e completare il progetto di potenziamento della nostra piattaforma di servizi alle imprese.

La ripresa delle attività non ci ha quindi colto impreparati e le imprese che si sono rivolte a noi in queste ultime settimane hanno trovato una risposta immediata alle proprie esigenze ma anche alle proprie preoccupazioni, soprattutto in virtù del fatto che nei nostri laboratori tutte le tecnologie smart che compongono il modello Industry 4.0 sono presenti e visibili.

Ma in cosa consiste esattamente quella che abbiamo definito piattaforma di servizi a supporto della transizione 4.0 e, soprattutto, come è possibile accedervi?

Innanzitutto è opportuno partire dall’identificazione dei destinatari della nostra offerta, che sono prevalentemente imprese, artigiani, artisti e professionisti ai quali proponiamo un portafoglio di prodotti e servizi articolato e personalizzato a seconda delle caratteristiche dimensionali e peculiari di ciascun soggetto.

Nei confronti del pubblico privato la nostra offerta è limitata ai corsi di formazione a catalogo, che vengono programmati e ripetuti durante l’intero anno accademico in tre edizioni.

L’accesso e la visita dei laboratori da parte del pubblico che svolge attività amatoriale è consentito esclusivamente durante gli eventi e le giornate di open day periodicamente programmate.

I Fab Lab sono l’elemento cardine della nostra piattaforma. Si tratta di laboratori collocati strategicamente sul territorio urbano e attrezzati secondo le linee guida della Fab Foundation e del M.I.T. di Boston, in grado di supportare lo sviluppo di prodotti industriali secondo precisi standard di fabbricazione.

Ogni Fab Lab si rivolge ai nostri clienti con due diversi tipi di offerta:

  • atelier e galleria di processo dove è possibile vedere in azione e sperimentare tutte le tecnologie smart del modello Industry 4.0;
  • laboratorio e officina utilizzabile per la propria attività di ricerca e sviluppo con una logica pay per use.

Il Fab Lab come Galleria di Processo

La nostra esperienza come produttori e curatori nel mondo dell’Arte Contemporanea è stata messa a frutto con la creazione dello Spazio Chirale, un Fab Lab nel quale per la prima volta abbiamo messo in opera il nostro modello di Galleria di Processo.

Laddove una galleria d’arte convenzionale espone e mette in relazione con il pubblico l’opera, cioè il prodotto finale, di un artista, i nostri Fab Lab espongono e permettono l’interazione con il pubblico del processo di progettazione e realizzazione di un prodotto in modo innovativo.

Il concetto di processo per noi è particolarmente importante. Prodotti e servizi, dall’opera d’arte ad uno smartphone, sono il risultato di un insieme articolato di fasi ed attività che coinvolgono trasformazioni di materiali, tecnologie, strumenti, macchine  e interventi umani. Processi appunto.

Nei nostri laboratori i clienti e i potenziali clienti possono analizzare e sperimentare tutte le nuove tecnologie inserite e contestualizzate in un ambiente di produzione.

Le esperienze più significative maturate nelle attività di ricerca e sviluppo e nella consulenza verso i nostri clienti di maggiore successo, vengono costantemente raccolte, classificate ed esposte nei nostri Fab Lab dove possono essere analizzate come esempi di casi d’uso e rapportate ai propri obiettivi.

Ciascun Fab Lab costituisce una fonte importante d’ispirazione  e terreno di confronto e riscontro dei propri intenti e delle proprie idee in materia di innovazione.

A seguito del potenziamento della nostra rete, i due principali Fab Lab sono stati riorganizzati e specializzati in modo da garantire una migliore distribuzione degli accessi da parte dei nostri clienti.

Il Fab Lab Spazio Chirale alla Garbatella è attualmente focalizzato sui processi dell’Arte Interattiva e Visuale e sui prodotti immateriali.

Il Fab Lab Ostiense è attrezzato con macchine di produzione e focalizzato sui processi di fabbricazione digitale e sul modello smart factory.

Entrambi gli spazi sono sede di corsi di formazione, sia in orario diurno che serale.

Il Fab Lab come facility di ricerca e sviluppo

I nostri Fab Lab sono attrezzati con macchine e strumenti che hanno la capacità di sostenere attività di realizzazione di prototipi finali e in alcuni casi di pre-serie di produzione.

Laddove l’acquisizione in proprio delle nuove tecnologie non è giustificabile o sostenibile alla luce della propria dimensione aziendale o del rischio connesso al lancio di un nuovo prodotto, il Fab Lab rappresenta una valida alternativa e fornisce l’opportunità di utilizzare gli impianti sostenendo esclusivamente i costi dell’effettivo utilizzo.

Il Fab Lab non svolge attività di service, non accetta lavorazioni per conto terzi, ma mette a disposizione le macchine che possono essere prenotate e utilizzate dall’azienda cliente e dal suo personale.

Le modalità di accesso a questo tipo di servizio sono flessibili e adatte a tutte le realtà, dalla semplice prenotazione on-line di uno specifico macchinario alla definizione di pacchetti comprensivi di consulenza formazione e messa a disposizione dei nostri laboratori, per supportare i progetti più complessi e le realtà maggiormente strutturate.

Consulenza direzionale e progetti chiavi in mano

Oltre ai servizi connessi all’accesso presso i nostri Fab Lab, la nostra offerta comprende programmi di consulenza strategica e direzionale per il rinnovamento o l’innovazione dei processi aziendali, piani e programmi di formazione personalizzati da svolgere on-site presso il Cliente, sviluppo di progetti chiavi in mano sia hardware che software.

Sei pronto per la Transizione 4.0?

HAI GRANDI IDEE O PROGETTI DA SVILUPPARE ASSIEME?

By |settembre 20th, 2020|Latest Articles, News|