L’importanza dell’Apprendimento Creativo nella Formazione Professionale

Spazio Chirale Paper   •   19 giugno, 2018

Creative Learning

Il Movimento Maker ha avuto un’influenza determinante sull’innesco del nuovo ciclo dell’economia globale, che, faticosamente, sembra avviato verso una decisa fase di espansione.

Come già accaduto in passato nel settore del software, i paradigmi open source hanno abbattuto i costi e reso accessibili tecnologie come la Robotica e l’Intelligenza Artificiale.

Quarta Rivoluzione Industriale e Industria 4.0 sono i termini più abusati per indicare l’insieme dei fenomeni che stanno caratterizzando il settore della produzione manifatturiera.

I nuovi scenari tecnologici se da un lato causeranno inevitabili perdite di posti di lavoro nei settori a minore qualificazione, dall’altro offrono già oggi nuove opportunità di lavoro a patto di acquisire le competenze richieste da un mercato in rapida trasformazione.

L’Alta Formazione Professionale, così come è organizzata e concepita in Italia, ma anche nella maggior parte dei paesi industrializzati, non è adeguata a fronteggiare le nuove sfide.

Ma anche in questo settore, dal Movimento Maker possono essere apprese lezioni importanti.

Il Prof. Mitchel Resnick, scienziato della formazione e Direttore del Lifelong Kindergarten Group al Media Lab del M.I.T. di Boston, cita in uno dei suoi ultimi libri una parte del discorso di insediamento nel 2009 del neo Presidente Statunitense Barak Obama traendo alcune importanti conclusioni:

“Coloro che osano, che agiscono, che creano cose. Questi sono gli studenti X, i pensatori creativi. Sono stati il motore del cambiamento economico, tecnologico, politico e culturale attraverso la storia. Oggi, tutti hanno bisogno di essere audaci, di mettersi in gioco, di essere costruttori — non necessariamente per piegare il corso della storia, ma per essere artefici delle proprie vite. Usando la frase “coloro che creano cose” (N.d.T., “makers of things”), Obama stava facendo un riferimento implicito a un movimento che stava appena iniziando a diffondersi nella nostra cultura: il Movimento Maker. „

Per Resnick il Processo Creativo è un passaggio importante e fondamentale nell’ambito dell’apprendimento. L’esplorazione del mondo attraverso la manipolazione degli oggetti e la sperimentazione, il costruire cose, sono le modalità con cui i bambini in età pre-scolare imparano e sviluppano la conoscenza delle leggi fondamentali che regolano l’ambiente in cui vivono.

Una volta appreso l’uso del linguaggio e della forma scritta si entra in un percorso basato sulla trasmissione e il trasferimento dell’informazione, dove la nozione prende il sopravvento sulla sperimentazione.

Sebbene tutto il sistema scolastico sia basato su questo modello, che vede nella lezione frontale il momento più importante del processo didattico, è convinzione degli scienziati del Lifelong Kindergarten Group, e di tutti noi che proveniamo dalla cultura maker, che ciò rischia di limitare l’efficacia della formazione.

Il Pensiero Creativo è uno strumento che al contrario dovrebbe essere coltivato ed esercitato per tutta la vita, non solo nella scuola dell’infanzia, costituendo il principale motore del processo di apprendimento.

Nella nostra esperienza diretta il learn by doing o meglio il learn by making risulta essere un modello estremamente efficace per sviluppare nuove competenze e abilità in tutte le discipline STEAM (Science, Technology, Engineering, Art and Mathematics), le conoscenze vengono acquisite in modo naturale e spesso molto più velocemente di quanto avvenga attraverso il tradizionale processo di trasferimento verbale da docente a discente tipico delle lezioni frontali.

Lo Spazio Chirale è un modello di laboratorio, organizzato secondo lo standard Fab Lab, progettato per facilitare il Processo Creativo e i percorsi di apprendimento sviluppati seguendo quella che Reisnick chiama la Spirale Creativa e uno standard formativo basato sul paradigma della quattro P: Progetti, Passioni, collaborazione Paritetica e divertimento (Play).

Il programma annuale dei Corsi di Alta Formazione Professionale che vengono svolti nei laboratori che seguono il modello dello Spazio Chirale coprono tutte le tecnologie emergenti nel panorama dell’Industria 4.0 e nelle Arti del XXI secolo e sono articolati attorno a percorsi sperimentali che hanno lo scopo di favorire il lavoro di gruppo, la creatività individuale e il divertimento che deriva dalla sperimentazione diretta di processi, materiali e nuovi prodotti.

Questo tipo di programma è attivo da oltre due anni e ha visto la partecipazione entusiasta di oltre un migliaio di allievi, di tutte le età e provenienza professionale. I risultati sono ad oggi anche al di sopra delle aspettative e sicuramente costituiscono un’ottima evidenza dei principi enunciati dal celebre centro Lifelong Kindergarten del M.I.T.

By |giugno 19th, 2018|Metodi, Paper|